A chi è rivolto

Il passaporto è rilasciato ai cittadini italiani maggiorenni.

Descrizione

In aderenza alla vigente normativa europea, viene rilasciato ai cittadini, da tutte le Questure in Italia e all'estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari, un passaporto elettronico costituito da un libretto di 48 pagine a modello unificato. Tale libretto cartaceo è dotato di un microchip in copertina (ecco perché elettronico) che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare. Inoltre, è presente alla pagina 2 del libretto la firma digitalizzata.

Come fare

Il richiedente deve recarsi personalmente in Questura per la presentazione della domanda, in quanto in tale sede verranno acquisite le impronte digitali. Per i minori la procedura prevede che vengano acquisite le impronte dal compimento dei 12 anni di età.

Occorre consultare il sito della Polizia di Stato per richiedere online il passaporto e per prenotare ora, data e luogo per presentare la domanda. Se le date disponibili online sono terminate e ci sono urgenze adeguatamente motivate (lavoro, salute e studio), è possibile rivolgersi direttamente alla Questura.

La domanda può essere presentata alla Questura del luogo di residenza; chi intende richiedere il passaporto presso il luogo di domicilio, deve tenere presente che per effettuare correttamente i controlli previsti dalla legge ci sono alcune condizioni ed in particolare la dimostrazione del domicilio o dimora in un Comune diverso da quello di residenza e le ragioni che giustifichino il perché non ci si rechi alla Questura di residenza per richiedere il passaporto. Soprattutto va considerato che si allungheranno i tempi di rilascio, poiché lo stesso sarà subordinato al nulla osta al rilascio che dovrà essere richiesto alla Questura di residenza.

Il documento può essere ritirato in Comune; un incaricato si recherà in Questura con cadenza quindicinale.

È possibile far ritirare il passaporto da altra persona, ai sensi della Legge n. 445 del 2000, purché il delegato sia maggiorenne, abbia una fotocopia del documento del titolare del passaporto e una delega legalizzata da un notaio o da un Ufficiale di Stato Civile, scritta in carta semplice.

Cosa serve

Il richiedente deve presentare la seguente documentazione:

  • il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni);
  • un documento di riconoscimento valido (originale e fotocopia del documento);
  • 2 foto formato “tessera” identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti non siano colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto) con lo sfondo bianco;
  • la ricevuta del pagamento;
  • il contrassegno amministrativo da 73,50 euro (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio). Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da 40,29 euro. Pertanto tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all'interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale da 40,29 euro;
  • vecchio documento, se si è già in possesso di passaporto e se ne richiede uno nuovo a causa di deterioramento o scadenza di validità. In caso di richiesta di nuovo passaporto per smarrimento o furto deve essere presentata la relativa denuncia;
  • la stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto.

Cosa si ottiene

Si ottiene il rilascio del passaporto elettronico.

Tempi e scadenze

Il passaporto ha una durata di 10 anni. Alla scadenza della validità, riportata all'interno del documento, non si rinnova ma si deve richiedere l'emissione di un nuovo passaporto.

Quanto costa

Il servizio prevede un pagamento a mezzo bonifico di 42,50 euro per il passaporto ordinario. Il versamento va effettuato esclusivamente presso gli uffici postali di Poste Italiane mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro, in distribuzione presso gli uffici postali di Poste italiane. Il bollettino postale dovrà riportare nello spazio “eseguito da” i dati dell’intestatario del passaporto anche se minore e nella causale dovrà esser scritta la dicitura “Importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Inoltre, è obbligatorio acquistare un contrassegno amministrativo da 73,50 euro (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio).

Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario e pertanto tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all'interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale.

Ulteriori informazioni

Se si è genitore di figli minori, per richiedere il proprio passaporto è necessario l'assenso dell'altro genitore. Non importa se coniugati, conviventi, separati, divorziati o genitori naturali.

L'altro genitore deve firmare l'assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l'Ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell'assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice Tutelare.

Se l'altro genitore è impossibilitato a presentarsi per firmare la dichiarazione di assenso, il richiedente del passaporto potrà allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale (il documento deve essere firmato per il confronto delle firme) con una dichiarazione scritta di assenso all'espatrio firmata in originale (ai sensi del DPR 445 del 2000 - Legge Bassanini). Questa procedura è estesa a tutti i cittadini comunitari.

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Ufficio Anagrafe

Municipio Via Antonio Locatelli, 13 - 24010 - Valnegra (BG)

Strumento di tutela

Strumento di tutela giurisdizionale

Dott.ssa Mariarosa Armanni


Strumento di tutela amministrativo

Dott.ssa Mariarosa Armanni

Pagina aggiornata il 18/03/2024, 16:46

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri